BRUNO SANTI

Docente di Storia dell’Arte

Nato a Fiesole (Firenze) il 13 febbraio 1942.

Si è laureato nel giugno 1968 all’Università di Firenze con una tesi di laurea in Storia dell’Arte sul pittore fiorentino Neri di Bicci.

E’ stato bibliotecario nella Biblioteca nazionale centrale di Firenze dal 1969 al 1975, quindi dal 1975 al 1981 ispettore nella Soprintendenza per i beni artistici e storici di Siena e Grosseto. Dal 1981 al 1982, ha operato come responsabile del Settore delle Pitture murali nell’Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze.

Dal 1982 al 1991, comandato nella Soprintendenza per i Beni artistici e storici di Firenze, è stato incaricato della direzione del Museo delle Cappelle Medicee, del Museo della Casa fiorentina antica in Palazzo Davanzati e, ad interim, del Museo degli Argenti; è stato responsabile dell’Ufficio e del Laboratorio di Restauro della Soprintendenza fiorentina.

Nominato dirigente nel 1988, è stato soprintendente per i beni artistici e storici delle province di Siena e Grosseto dal 1991 al 2005. In tale periodo, ha fatto parte del Consiglio nazionale dei beni culturali e ambientali e del Comitato di settore dei beni artistici e storici dal 1992 al 1997.

Ha partecipato a comitati promotori e scientifici di mostre di carattere storico-artistico a Firenze e Siena. Ha pubblicato testi di fonti per la storia dell’arte (Le Ricordanze di Neri di Bicci; Zibaldone baldinucciano); monografie su artisti; contributi a mostre d’arte; articoli e guide per musei e territorî nelle province di Firenze, Grosseto, Siena; ha compilato schede per pubblicazioni specializzate. Ha ricevuto il riconoscimento del “Mangia d’Argento” dal Comune di Siena per la sua attività di soprintendente nel territorio senese.

Ha avuto incarichi di insegnamento nella Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Firenze dall’ Anno accademico 2004-2005 fino all’anno 2010-2011 nel corso di “Master di I livello in Comunicazione del Patrimonio culturale”.

È stato membro del Consiglio di amministrazione dell’Opera della Metropolitana di Siena dal 1992 al 2005; quindi dal 2008 al 2013.

È accademico ordinario delle Arti del Disegno di Firenze; dell’Accademia degl’Intronati e dell’Accademia dei Fisiocritici di Siena.

Dal 31 dicembre 2004 al 31 marzo 2008 è stato soprintendente per i beni storici, artistici ed etnoantropologici) delle province di Firenze, Pistoia e Prato.

Dal 1° agosto 2006 al 31 marzo 2008 gli è stato conferito l’incarico ad interim di soprintendente per i beni architettonici, del paesaggio e del patrimonio storico, artistico ed etnoantropologico delle province di Lucca e Massa-Carrara.

Dal 1° aprile 2008 è stato soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure e Laboratori di Restauro di Firenze.

Dal 1° marzo 2009 è in pensione per raggiunti limiti d’età: è attualmente consulente scientifico per l’inventario dei beni culturali nell’Arcidiocesi di Firenze membro del Consiglio di Amministrazione dell’Opera di Santa Maria del Fiore.

Dal marzo 2009 al marzo 2017 è stato componente del Consiglio di Amministrazione dell’Opera di Santa Maria del Fiore.

Fa parte del Consiglio di Presidenza dell’Accademia delle Arti del Disegno.